Relax e benessere. Scopriamo le migliori terme naturali e libere d’Italia!


Il nostro paese è pieno di meraviglie, segrete e inesplorate, che conservano la bellezza che Madre Natura gli ha dato.
Hai presente le accoglienti piscine naturali e libere alimentate da calde sorgenti termali? Scopriamo le migliori d’Italia!

Lombaria
Partiamo dal Nord, andiamo a Bormio (provincia di Sondrio) e immergiamoci nelle calde acque della pozza “di Leonardo da Vinci” così chiamata poiché l’artista che fu inviato Ludovico il Moro, duca di Milano, visitò e lasciò testimonianza di questi segreti luoghi nelle sue opere.
La pozza non è di grandi dimensioni, pertanto vige la regola “chi primo arriva, primo alloggia”.
Coordinate: 46°29’22.2″N 10°21’34.9″E

Toscana
Questa regione è una tra le più ricche di piscine termali naturali. Petriolo, nel cuore della Valle dell’Ombreto, tra Siena e Grosseto, ci accoglie con una sorgente a +43°C e acque prevalentemente salso-solfato-bicarbonato-alcalino terrose-ipertermali, meglio di una SPA!
Coordinate: 43°4’50.282”N 11°18’0.614”E

Spostandoci più a sud, precisamente in Val D’Orcia, troviamo i Bagni San Filippo tanto apprezzati storicamente dai romani. Questo è il luogo ideale per chi ama la natura e per godersi un po’ di relax, tra le pozze e le “vasche” del fiume. La quantità di carbonato di calcio presente nell’acqua ha creato e scolpito incredibili monumenti bianchi rinominati popolarmente Il fosso bianco, Balena Bianca o Il Ghiacciaio.
Coordinate: 42°55’46.34”N 11°42’7.182”E

Poco distante dai Bagni San Filippo, tra le mura di un borgo medievale si colloca una vasca alimentata da una caldissima sorgente termale: si tratta di Bagno Vignoni. L’atmosfera magica di questa ambientazione lascia riaffiorare immagini di tempi del passato.
Le acque scivolano in una rupe calcarea, riversandosi in altre vasche coperte dalla vegetazione, accanto agli antichi mulini scavati nella roccia. Decisamente suggestivo, ma purtroppo, in questa area limitrofa al Parco dei Mulini è da qualche anno vietata la balneazione, nonostante non ci siano cartelli o avvertenze particolari a segnalarlo.
Coordinate: 43°1’39.809”N 11°36’58.476”E

In provincia di Grosseto, incontriamo un luogo che richiama ogni anno moltissimi turisti, soprattutto dall’estero: stiamo parlando delle Terme di Saturnia, una delle località termali più apprezzate grazie alle proprietà benefiche dell’acqua, caratterizzata dal plancton termale. Le cascatelle di acqua calda di circa +37,5°C di temperatura scivolano a ridosso dell’antico mulino di Saturnia.
Coordinate: 42°35’20.143”N 11°31’2.566”E

Lazio
 “Tacendo divenimmo la ‘ve spiccia
fuor della selva un picciol fiumicello,
lo cui rossore ancor mi raccapriccia.
Quale del Bullicame esce ruscello
che parton poi tra lor le peccatrici,
tal per la rena giù sen give quello.”

Così Dante cita nel XIV Capitolo dell’Inferno la bollente sorgente termale (+58° C) nelle vicinanze di Viterbo: le Terme del Bullicame. Due sorgenti bollenti danno vita a vasche calde di acqua sulfureo-solfato-bicarbonato-alcalino-terrosa che attirano ogni turista passi per queste zone della Tuscia. Le vasche hanno temperature diverse, adatte a chi crede nelle potenzialità del percorso frigidarium-calidarium, alternando l’immersione in acqua calda e in acque più fredde, e vengono abitualmente frequentate non solo per i bagni ma anche per i fanghi.
Coordinate: 42°35’20.143N 11°31’2.566”E

Campania
Tra le spiagge ciottolate di Ischia, una piccola baia offre un paesaggio mozzafiato e un piacevole bagno mite dato da un connubio tra acque termali e marine. I Bagni di Sorgeto sono alimentati da polle bollenti e minerali, tanto che gli isolani sono soliti a cuocere uova, patate e frutti di mare nelle piccole pozze, mentre si godono un piacevole bagno. Nelle sere d’estate è impossibile rinunciare al bagno di mezzanotte!
Coordinate: 40°41’59.892”N 13°52’41.555”E

Calabria
Se cerchi un momento di relax in un ambiente suggestivo e surreale, le Terme di Cerchiara fanno proprio per te!
L’acqua termale scorre lungo un canyon chiamato Grotta delle Ninfe per la magia fiabesca che trasmette questo luogo. Il nome deriva da una leggenda che racconta che in questa grotta era custodito il talamo della mitica Calipso, che nell’Odissea tenta di seduce Ulisse impedendogli di raggiungere Itaca.
Coordinate: 39°50’27.692”N 16°24’10.146”E

Sicilia
Voliamo a Vulcano nelle isole Eolie. La regolare attività vulcanica ha permesso la formazione di pozze intensamente solforose e di grotte termali naturali che attirano molti visitatori in cerca di cure per problemi ossei o respiratori. L’acqua termale sgorga anche nel mare, assicurando un bagno rilassante e caldo.
Il terreno argilloso a contatto con l’acqua produce una certa quantità di fanghi utilizzati per ottenere benifici per la pelle.
Coordinate: 38°24’57.912”N 14°57’32.377”E

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *