Abbasso la vita sedentaria, voce del verbo benessere!


Se hai una vita sedentaria che ti costringe a tante ore seduta o in posizioni poco comode puoi combattere i dolori derivanti da abitudini sbagliate e migliorare la postura grazie alla pratica del pilates. Questo esercizio fisico fa bene a tutti perché rinforza la muscolatura, permettendoti di muoverti in maniera fluida e armonica.

Ti è mai capitato di stare tante ore seduta alla scrivania ed accusare dolori e indolenzimento alle spalle e al collo? Potresti concederti un po’ di esercizio dopo il lavoro come valido alleato del tuo benessere che può combattere questi fastidi.

Questo metodo di allenamento è stato sviluppato all’inizio del Novecento dal tedesco Joseph Hubertus Pilates, che ha basato la disciplina sul coordinamento fisico e mentale. I movimenti sono semplici, dolci e naturali, rinforzato i muscoli connessi al tronco, come addominali, glutei, adduttori e lombari. È indicato sia per il raggiungimento e il mantenimento del benessere fisico, sia come metodo terapeutico per la riabilitazione ortopedica dovuta a eventi traumatici oppure a problemi articolari.

Fondamentale è la componente psicologica. Il pilates vuole aiutarti a raggiungere un corretto equilibrio, tramite la concentrazione, il controllo dei movimenti e la respirazione corretta.  Il pilates si pratica in silenzio, ascoltando il corpo. Così si stabilisce un contatto profondo con se stessi, indispensabile a trovare l’armonia interiore ed esteriore.

Alcuni esercizi si svolgono a corpo libero, altri con l’ausilio di piccoli attrezzi come palle o elastici, altri ancora con macchinari appositi e molto specifici. L’ideale è praticare un’ora di lezione una o due volte a settimana, e integrarla giornalmente con 10-15 minuti di esercizi personalizzati a corpo libero, da eseguire al mattino appena svegli.

Il risultato è garantito e si combattono i dolori di schiena e si ottiene un fisico più armonico e modellato. Inoltre migliora la circolazione e la regolarità intestinale e accelera il metabolismo. Uno sport che va bene a tutti, uomini e donne senza limiti di età, è sconsigliato nei primi tre mesi, i più delicati per lo sviluppo del feto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *